Avviso del 14.08.2015

AVVISI Spam
Con questa rubrica si vuol dare spazio alla notifica di attività di spam e di fishing riportate recentemente, di seguito presenteremo e commenteremo alcune attività d’uso corrente in cui è possibile incappare durante la lettura dei nostri messaggi di posta e alle quali dobbiamo dare la massima attenzione.
Ricordiamo che gli istituti di credito non sono usi a inviare email nelle quali si richiede accesso ai propri dati, specialmente con email che richiamano ad un urgenza di intervento da parte vostra ed un link o una serie di link diretti al vostro istituto di credito. Tenete presente che i link presentati nelle email possono essere sia realmente diretti ad alcune sezioni reali del vostro istituto di credito, ma con accesso dei dati tramite siti creati ad hoc per “imitare” le pagine di accesso e trafugare i vostri dati.
Inoltre se le email contengono allegati (specialmente se non ne avete fatto specifica richiesta) evitate accuratamente di aprirli perché potrebbero compromettere il vostro computer.
In ogni caso non accedete mai ai siti di credito tramite email, ma digitate i link che conoscete direttamente.
Ecco una serie di email fraudolente che possono crearci notevoli fastidi e danni anche rilevanti.
spam1
Oggi portiamo alla vostra attenzione un nuovo tipo di inganno che tramite la proposta di rimborso fiscale da parte dell’agenzia delle entrate vuole catturare i nostri dati. Nulla ha a che fare con l’agenzia delle entrate reale.
Non aprite mai questo tipo di email, anche se il mittente “sembra” essere affidabile, fate anche attenzione alle email realmente provenienti da indirizzi a voi noti poiché gli utenti da cui ricevete posta potrebbero essere stati infettati o trafugati. Ricordate inoltre che molte volte i vostri nomi potrebbero essere stati recuperati sul web (e mail, articoli postati, conoscenti, informazioni pubblicate, siti web, domini…) pertanto verificate bene ogni informazione prima di definire affidabili le email da aprire.